OMAGGIO A MARINO ZUCCHERI

Marino Zuccheri and friends

21 giugno 2016 - 14 gennaio 2017

 

 

 

​Martedì 20 settembre 2016

Museo del Novecento

 

ore 17:00 - Sala Conferenze

Incontro con Andrea Malvano

Negli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento Bruno Maderna fu molto attivo alla Rai sia nella veste di direttore che di compositore. La sua attività presso lo Studio di Fonologia è molto nota; meno lo sono gli arrangiamenti realizzati per le orchestre ritmosinfoniche dell'ente. La relazione sarà focalizzata su questo fondo di documenti manoscritti, conservati presso l'Archivio Storico dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ore 18:00 - Sala Arte Povera

Concerto del DUO MITTE: Ilaria Ronchi, flauto e Damiano Afrifa, pianoforte

 

programma:

Olivier MessiaenLe merle noir per flauto e pianoforte

Edgard Varèse, Density 21,5 per flauto solo

Alban Berg, Sonata op. 1 per pianoforte

Bruno Maderna, Divertimento in due tempi per flauto e pianoforte

 

_________________________________________________________________________________

 

 

Andrea Malvano

E’ diplomato in pianoforte e laureato in Lettere Moderne, ha conseguito un master a Lione e un Dottorato di ricerca presso l’Università di Torino. È autore di numerosi saggi e ha pubblicato volumi su Schumann e Debussy. Giornalista pubblicista, scrive su La Stampa, Amadeus, Il Giornale della Musica, Sistema Musica. È coordinatore editoriale della De Sono e ricercatore presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino, dove insegna Storia della Musica.

Dal 2012 coordina un progetto di ricerca dedicato all’Archivio dell’Orchestra Sinfonica della Rai.

 

Ilaria Ronchi 

Si laurea con lode in flauto traverso presso il Conservatorio “F.Morlacchi” di Perugia, successivamente consegue il primo livello del Master in Ottavino al Conservatorio “G.Verdi” di Milano, sotto la guida dei Maestri N. Mazzanti e G. Paciello. Contemporaneamente si perfeziona presso il CSI di Lugano con il M° M. Caroli e con Maestri quali M. Marasco, C. Montafia. 
Prende parte a numerosi Festival musicali quali la “Sagra musicale umbra” e il “Festival dei due mondi” di Spoleto. Si esibisce in concerto suonando con diverse formazioni in molte località italiane e in prestigiose sedi come il Museo del Novecento di Milano, Sala Puccini e Sala Verdi del Conservatorio di Milano. Nel 2016 si classifica tra le prime posizioni nei concorsi flautistici internazionali “G.Gariboldi” ed “E.Krakamp”. 
Collabora con importanti orchestre quali l’Istituzione Sinfonica abruzzese; dal 2014 è ottavinista dell’orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, nello stesso anno, risulta idonea all’audizione per il posto di ottavinista presso l’Arena di Verona. 

Damiano Afrifa

Inizia lo studio del pianoforte all’età di sette anni diplomandosi con il massimo dei voti presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali di Livorno “P. Mascagni”. Parallelamente si laurea con lode in Filosofia. 
Si perfeziona seguendo Masterclass di diversi Maestri tra cui A. Weiss e R. Plagge. 
Affianca alla collaborazione pianistica con numerose classi di strumento del Conservatorio di Livorno, un’intensa attività concertistica, sia come solista sia in gruppi da camera, esibendosi in prestigiose sedi toscane e lombarde tra le quali il Teatro Metastasio di Prato e il Museo del Novecento di Milano. 
Prende parte a numerose rassegne musicali come lo “Jugendmusikfestival” di Linz (Austria),” Suoni inauditi” durante la quale esegue brani di G. Dongu in prima assoluta, la rassegna di musica contemporanea “Temporeale Festival” in cui esegue Linea di L. Berio. Partecipa inoltre, come Maestro Collaboratore, alla produzione della Traviata di G. Verdi con l’Orchestra del Teatro Persio Flacco di Volterra. 

Il duo Mitte si forma nel 2015 sotto la guida del M° E. Piemonti, nell’ambito del percorso di specializzazione cameristica che entrambi i membri seguono presso il Conservatorio di Milano “G.Verdi”. 
Con un repertorio che spazia dal Barocco al Novecento, il duo si afferma esibendosi con successo in concerti in Sala Puccini e all’Università Bicocca di Milano. Ha seguito la masterclass tenuta dal M°C. C. Schuster, e nel giugno 2016 si classifica in terza posizione nel Premio del conservatorio nella sezione di musica da camera.

© NoMus 2019

_MG_6877.jpg