ORFEO, CANTA!
23 e 25 maggio 2014 - ore 16:30
Museo del Novecento - posti limitati, ingresso su prenotazione 
 

 

Ma i vivi fanno tutti

l’errore di troppo distinguere.

Gli angeli (si dice) spesso non sanno

se vanno tra vivi o tra morti.

 

Rainer Maria Rilke, da Elegie duinesi

 

L’Accordata, NoMus, Statale9teatro propongono al Museo del 900 ORFEO, CANTA!

Uno spettacolo itinerante di teatro, danza, musica e poesia attraverso il Museo del Novecento con l’ideazione e la regia di Franco Brambilla su testi di Rainer Maria Rilke da Sonetti a Orfeo (1923), Elegie duinesi (1923), I quaderni di Malte Laurids Brigge (1910), Lettere a un giovane poeta (1903-1908) e Sigmund Freud da Saggi sull’arte, la letteratura e il linguaggio (1910-1916) e Franco Brambilla (2013). Il cammino di Orfeo è sottolineato dalle musiche di Bruno Bettinelli, Eleonora Biscevic, Angelo Colletti, Claude Debussy, Hans-Martin Linde, Arvo Pärt, Eric Whitacre.

Lo spettacolo è dedicato a Luciana Melis.

 

Orfeo, canta! è un viaggio nel regno delle metamorfosi, dove le forme perdono la loro connotazione consueta per trasmutarsi l’una nell’altra. Uno spettacolo ispirato a I sonetti ad Orfeo di R.M.Rilke, monumento funebre per una giovane danzatrice prematuramente scomparsa. Componimenti poetici che ripercorrono il mito, scandendo la successione degli eventi, svelando le trame misteriose delle cose, e proponendoci un’immagine del mondo nella sua essenza. Orfeo canta l’avventura che egli stesso sta vivendo.

Lo spettacolo ideato da Franco Brambilla (nato a Milano nel 1952 e docente di regia alla Scuola Paolo Grassi di Milano) è un percorso guidato da una figura che si sdoppia di continuo: ora è il poeta che canta il nostro mondo, ora è Orfeo che narra l’avventura che egli stesso sta vivendo. Il pubblico è guidato nell’Ade dalle parole, dalla musica, dalle immagini, dalla danza e dal canto di Euridice. È un viaggio nel mondo orfico attraverso il corpo, il movimento, il gesto, la voce umana, il suono e tutta l’arte, che ha il potere di trasfigurare l’effimero nel duraturo, il conosciuto nel misterioso. Un viaggio nel regno della metamorfosi, dove le forme perdono la loro connotazione consueta per trasmutarsi l'una nell'altra, mediante processi associativi.

Orfeo, canta! è una totalità di immagini, di suoni, di voci, di segni, di citazioni, di rimandi, che contempla in un solo istante la vita e la morte senza contrasti, né cesure, né contrapposizioni, senza limitazione.

 

E’ questa l’ultima tappa del ciclo O come Orfeo - Traversate, addii, labirinti e ritorni, patrocinato dal Forum Austriaco di Cultura con direzione artistica di Eugenio Alberti Schatz e Anita Dordoni.

 

Lo spettacolo avrà come interpreti:

Saverio Bari Orfeo

Barbara Nicoli Euridice

Lara Guidetti Euridice danza

Coro Bach di Milano

direttore Sandro Rodeghiero

Ensemble da camera Glass armonico

direttore Anita Dordoni

Angelo Colletti, pianoforte

Andrea Ruffilli, violino

Gloria Uggeri, flauto

Quartetto Marsia

Martina Allievi (flauto dolce)

Eleonora Biscevic (flauto dolce)

Isaia Franceschini (flauto dolce)

Claudio Meroni (flauto dolce)

 

Assistente alla regia Vlad Scolari

 

Per prenotazione e informazioni:

Eugenio Alberti cell. 347 87 34 672

eugenio.alberti@ladomir.com

mail-statale9teatro@gmail.com

 

 

© NoMus 2019

_MG_7296.jpg