CONCERTO AL MUSEO DEL NOVECENTO

Martedì 14 dicembre 2021 - ore 17:00

Museo del Novecento

Posti limitati, prenotazione obbligatoria

Suoni Notturni: la chitarra nell'invenzione dei compositori Italiani e non solo

Concerto del chitarrista Arturo Mariotti.

In programma musiche di Zsombor Sidoo, Gian Francesco Malipiero,

Fausto Romitelli, Giacomo Manzoni, Carlo Boccadoro.

In collaborazione con la Società del Quartetto di Milano

Per prenotare inviare una mail a nomus@nomusassociazione.org

specificando nome, cognome, numero di telefono

e inserendo nell’oggetto: “concerto_14 dicembre 2021”

Si ricorda che per accedere al museo occorre presentare la Certificazione verde

Covid-19 (Green Pass) e un documento d’identità in corso di validità.

 

Screenshot_20211111_080249_com.android.gallery3d_2.jpg

Programma del concerto

Zsombor Sidoo

Gregor’s song

Giacomo Manzoni

Echi


Gian Francesco Malipiero

Preludio


Fausto Romitelli

Highway to Hell


Carlo Boccadoro

Sonata per Chitarra

 

 

Arturo Mariotti, nato a Torino nel 1994, inizia a suonare la chitarra classica a 7 anni.
Allievo del M° Giorgio Tonin, all'età di 14 anni viene ammesso al Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino  dove si diploma con 10 e lode sotto la guida dei maestri Frederic Zigante e Dora Filippone.
L'anno successivo vince il primo premio al concorso "Giovani interpreti" di Torino.
Nel 2019 si laurea presso la "Hochschule der Künste" di Berna (Svizzera) a pieni voti in “Master Performance” sotto la guida della chitarrista Elena Càsoli.
Dal 2017 è uno dei borsisti della prestigiosa associazione "De Sono" e nello stesso anno e nel 2019 vince le borse di studio: "Rita Zimmerman Stiftung" e "Geert un Lore Blanken-Schlemper-Stiftung".
Si è perfezionato presso l'accademia Chigiana di Siena con il M° Oscar Ghiglia ed il M° Eliot Fisk e presso la Fondazione G. Cini di Venezia con i maestri Elena Càsoli, Luk Vaes e Vincenzo Caporaletti.
Vincitore e finalista di concorsi internazionali tra i quali: "Città di Favria", "Lions Club" e "Sommariva Bosco", nel 2019 vince il primo premio al concorso "Diapason d'oro" di Pordenone.
Tra il 2016 e il 2020 è stato invitato a suonare per diversi festival e associazioni tra i quali De Sono, Festa della Musica, MiTo, Flashback, Torino città delle mille corde e "I Risvegliati".
Nel 2018 è stato scelto per suonare con il suo quartetto d'archi per l'apertura di due concerti dell'orchestra sinfonica di Berna.

 

 

Con il sostegno di

ML_FCARIPLO_cmyk__base_100mm.png
QUARTETTO 1864 colore.JPG