DUO PANDOLFI DAMEN

Martedì 13 ottobre 2020 - ore 17:30

Museo del Novecento - Sala Fontana

Piazza Duomo 8, Milano

Posti disponibili esauriti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Concerto del Duo Pandolfi Damen

Roberta Pandolfi (pianoforte)

Raffaele Damen (fisarmonica)

Un programma inconsueto, una formazione inusuale per un evento di sicuro interesse e qualità artistica con un repertorio dedicato moderno e contemporaneo

 

D.Comitini (1986*),

Ruinas (2018) per pianoforte


S.Bo (1960*),

N/N (2020) per fisarmonica


U.Rojko (1954*),

Bagatellen (1994) per pianoforte e fisarmonica


M.Lohse (1971*),

In liquid (2008) per pianoforte e fisarmonica

I.Stravinskij (1882-1971),

Petrushka (1911)

_______________________________________________________________________________________

 

Roberta Pandolfi

Conclude con lode i suoi studi presso il conservatorio “G.Rossini” di Pesaro sotto la guida del  M° Giovanni Valentini. Si è perfezionata presso l'Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola e presso l'Accademia Pianistica di Pinerolo con i maestri Enrico Pace e Leonid Margarius. Appassionata ed entusiasta divulgatrice del repertorio contemporaneo, ha approfondito la prassi esecutiva della musica di Mauricio Kagel con Maria Grazia Bellocchio a Milano e attualmente sta conseguendo un Master di II livello in Musica Contemporanea con Emanuele Arciuli, Nicholas Hodges, Pierre Laurent Aimard e Massimiliano Damerini presso l'Accademia di Pinerolo. Negli ultimi dieci anni ha seguìto numerosi corsi di perfezionamento con i maestri Pavel Gililov, Andrea Bonatta (presso i Talent Music Master Couses di Brescia), Andrzej Jasinski, Leslie Howard, Benedetto Lupo, Boris Petrushansky, Franco Scala, riscontrando sempre vivi apprezzamenti, ed è salita sul podio di numerosi concorsi internazionali solistici e di musica da camera tra cui Verona, Osimo, Viareggio e Riccione. Svolge un'intensa attività concertistica che l'ha portata ad esibirsi in numerosi teatri e sale italiani ed esteri tra cui l'Auditorium A. Toscanini di Torino dove ha tenuto nel 2016 una lezione concerto sul Concerto n.4 op.58 per pianoforte e orchestra di L.van Beethoven, insieme a Massimo Bernardini e l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Si è esibita inoltre con l'Orchestra Filarmonica Marchigiana, l'Orchestra Sinfonica Rossini, Wunderkammer Orchestra, Eurosinfonietta Wien, Orchestra Olimpia e Orchestra da Camera Santa Maria del Suffragio diretta da Carlo Tenan, Desar Sulejmani, Daniele Rossi, Francesca Perrotta, Lorenzo Sbaffi. Numerosi i festival italiani che l'hanno già ospitata tra cui Bologna Festival, Bologna Modern, Rondò, Festival dei Due Mondi, Classica per tutti, Ferrara Piano Festival, I Concerti del Chiostro, Sinfonica 3.0, I Concerti Dino Ciani.  Nel 2018 è stata selezionata per la 13° edizione di Orlèans Concours International, dove ha presentato in prima assoluta il brano Ruìnas di Danilo Comitini a lei dedicato, con il quale ha tenuto una lezione concerto presso il Teatro di Orlèans, rilasciando un'intervista per France Musique. Con il brano Lord ye mirror of musing di Pietro Doks, dedicato alla vita del grande fotografo.  Per la città di Pesaro, dove vive, si è esibita con il soprano Giacinta Nicotra per la visita ufficiale del ministro Dario Franceschini nel 2015. Nel 2016, in occasione dei festeggiamenti rossiniani, ha tenuto un concerto presso Villa Giuliana Pavarotti in presenza di autorità e familiari del Maestro.  Sue esecuzioni sono state trasmesse da Sky Arte e da Rai1. Ha inciso musiche di Danilo Comitini per le case discografiche Stradivarius e Da Vinci. I maggiori impegni per il 2020/21 la vedrannno in Europa con la North Czech Philarmonic (Praga), la Eurosinfonietta Wien (Vienna), presso l' International Beethoven Music Festival di Teplice (Rep. Ceca), in Colorado (USA) con la Pueblo Symphony Orchestra  e in Cina per una tournè di 30 date con Orchestra Olimpia.

Raffaele Damen

”Un virtuoso della fisarmonica, sotto le sue dita anche le musiche più difficili sembrano facili. Molto, molto interessanti le trascrizioni per fisarmonica sola di brani classici per vari strumenti. Da apprezzare anche la sua ricerca e proiezione nel repertorio contemporaneo per fisarmonica […].” (Marcello Appignani, Direttore EuroClassical). Raffaele Damen, giovanissimo intraprende lo studio della fisarmonia sotto la guida del M°Paolo Vignani con il quale si è diplomato con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro. Approfondisce successivamente gli studi alla Folkwang University di Essen in Germania con il M°Mie Miki, all'Accademia Italiana di Fisarmonica con il M°Claudio Jacomucci e al Conservatorio di S.Cecilia di Roma con il M°Massimiliano Pitocco. É risultato vincitore di concorsi nazionali e internazionali tra cui: “Premio Civardi” Val Tidone, Stresa, PIF Castelfidardo, Luigi Nono, Premio Abbado, Piove di Sacco e altri. Numerosi i teatri e i festival nazionali e internazionali che lo hanno già ospitato, tra cui: Accademia Filarmonica Romana, Radio3 Suite, Istituto Italiano di cultura di Amsterdam, “Accordéons-nous” di Mons,  PIF Castelfidardo, Sarzana Opera Festival, Società Filarmonica di Trento, Teatro Rossini di Pesaro, Teatro Lauro Rossi di Macerata. Le sue esecuzioni sono state trasmesse da Rai1, Sky, Tv8. Collabora con l'orchestra Filarmonica Marchigiana FORM con la quale ha eseguito come solista il concerto “Fachwerk” di Sofia Gubajdulina diretto dal M°Daniele Rossi e, come orchestrale, per l'integrale delle sinfonie di G.Mahler dirette dal M°Manlio Benzi. Nel 2019, insieme alla pianista Roberta Pandolfi, ha ideato e inaugurato la stagione concertistica internazionale “Fossombrone Classica”. Sempre nello stesso anno, ha inciso per la casa discografica Stradivarius il disco “Find Him” con musiche di Danilo Comitini. A dicembre 2020 è previsto il lancio del suo primo disco solistico per la casa discografica Da Vinci, con un programma interamente dedicato alle composizioni minimaliste. Nuove opere per fisarmonica vengono spesso a lui dedicate da compositori contemporanei come: Sonia Bo, Mario Totaro, Paolo Giaro. Il suo repertorio comprende opere di J.S.Bach fino alla musica contemporanea dei giorni d'oggi.

 

© NoMus 2019