OMAGGIO A GIORGIO GASLINI

Musicista totale

16 gennaio - 8 maggio 2018

Martedì 13 febbraio 2018 - ore 17:00

Museo del Novecento - Sala Rampa

Roberto Calabretto interverrà sul tema: Gaslini e la musica da film, con proiezioni e ascolti. Andrea Monarda eseguirà le musiche di Giorgio Gaslini per chitarra con

Francesco Mariotti (chitarra), Sergio Bonetti (flauto), Ludmila Ignatova (soprano). 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Programma del concerto

Giorgio Gaslini

- Dieci minuti all’alba (2013) per chitarra sola
- Ariablu (1993) per chitarra sola
- Libras (2014) per due chitarre*
- Moto velocetto perpetuo (2006) per flauto e chitarra**
- Quattro songs da Songbook (2006/2007) per voce e chitarra***

   trascrizione per voce e chitarra di Andrea Monarda

E così
Serenata a una sfinge

Piccola dalia nera

L’essenza dei sogni

 

* in duo con Francesco Mariotti, chitarra

** in duo con Sergio Bonetti, flauto
*** in duo con Ludmila Ignatova, soprano

Roberto Calabretto, musicologo
Laureatosi con Giovanni Morelli all’Università di Venezia, è professore associato di discipline musicologiche all’Università di Udine. I suoi studi vertono sulla musica del Novecento italiano e affrontano le problematiche inerenti alle funzioni della musica nei linguaggi audiovisivi con una particolare attenzione nei confronti di quella cinematografica. Ha pubblicato monografie su Robert Schumann, Alfredo Casella, Nino Rota, Luigi Nono, sulla musica nella poesia di Andrea Zanzotto e nel cinema di Pier Paolo Pasolini, Michelangelo Antonioni, Andrej Tarkovskij, Luchino Visconti, Alain Resnais e altri registi. Recentemente ha edito il volume Lo schermo sonoro. La musica per film che ha ottenuto lusinghieri consensi dalla critica ed è stato adottato in molti corsi universitari.

Andrea Monarda, chitarra
Andrea Monarda (Martina Franca, 1985) è chitarrista, musicologo, didatta e traduttore. Inizia gli studi musicali a 12 anni, si diploma in chitarra con il massimo dei voti a 19 anni e si perfeziona in Italia e all’estero in chitarra e in musica da camera. Nel 2013 ha girato un videoclip sulla Sequenza XI di Luciano Berio. Laureato come traduttore e interprete presso l’Università di Trieste e come dottore magistrale in pedagogia musicale, ha recentemente pubblicato contributi per la rivista di pedagogia musicale Musica Domani e per le riviste chitarristiche Il Fronimo e Guitart.
L’impegno costante per la costituzione di un nuovo repertorio per chitarra lo ha portato a collaborare con compositori come Gilberto Bosco, Giorgio Colombo Taccani, Luis De Pablo, Giorgio Gaslini, Jeffrey Levine e Alessandro Solbiati, che gli hanno dedicato le loro opere più recenti, per chitarra sola e per due chitarre, a dandogli le prime esecuzioni.
Premiato in celebri concorsi nazionali e internazionali di musica, come il XVI Concurso Internacional de Guitarra “Alirio Diaz”, Venezuela, il XXX Certamen Internacional de Guitarra “Andrés Segovia”, Spagna, il Grand Prize Virtuoso International Competition di Londra, il IV Concorso Nazionale “Rocco Peruggini”, il Global Music Awards, California, è stato invitato come solista da istituzioni storiche (tra le quali la Società dei Concerti di Milano) e da noti festival nazionali e internazionali quali Festival MITO di Milano e Torino, Festival della Valle d’Itria, Festival Duni di Matera, URTIcanti di Bari e Lecco Jazz Festival 2016. Ha tenuto concerti in sale prestigiose come il Teatro Alirio Diaz di Carora (Venezuela), il Teatro Donizetti di Bergamo, il Teatro Ristori di Verona, il Teatro Gobetti di Torino, il Teatro della Società di Lecco, il Museo del Novecento di Milano e la Biblioteca Centrale di Storia e Archeologia di Roma. La sua attività da solista lo ha portato a debuttare nel 2014 con l’Orquesta de la Universidad de Granada e nel 2013 a ricevere il premio chitarra d’oro come giovane talento nell’ambito del XVIII Convegno Internazionale di Chitarra di Alessandria.
Collabora costantemente in duo con il soprano Ludmila Ignatova, spaziando dalla musica rinascimentale a quella del XX secolo: il duo viene regolarmente invitato nei Festival Nazionali di musica da camera, come il Festival Mozart e il Turin Classical Music Festival.
Le sue revisioni di opere di repertorio e di musica contemporanea a lui dedicate sono pubblicate dalle Edizioni Suvini Zerboni di Milano e dalla Da Vinci Edition di Osaka, Giappone. Ha anche recentemente pubblicato, per la Casa Musicale Eco, la raccolta didattica intitolata L’Ottocento italiano per chitarra, antologia ragionata di 34 brani del XIX secolo. Per le Edizioni Suvini Zerboni ha pubblicato le Sette Miniature per chitarra sola.
Ha inciso cinque album per le etichette discografiche Guitart, Stradivarius (Dieci minuti all’alba - omaggio a Giorgio Gaslini, trasmesso su Rai Radio3 e Radio Vaticana), Dotguitar (Historical guitar music – live DVD recording) Mep Music e Limen Music (Solbiati – solo guitar works, CD/DVD). Dal 2016 insegna presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Paisiello” di Taranto.

Ludmila Ignatova, soprano
Nata nel 1985 a Riga, capitale della Lettonia, è diplomata in canto e didattica presso l’Accademia Jāzepa Vītola nella sua città natale e laureata in canto nel 2013 presso il Conservatorium Maastricht, Paesi Bassi. Nel 2015 si è Laureata con il massimo dei voti e la lode, conseguendo il Biennio di II livello in canto lirico presso il Conservatorio “Antonio Vivaldi”. Ha preso parte in qualità di allieva effettiva in numerose masterclass in Italia e all’estero.
Ha ottenuto ruoli importanti, come Mimì nella Bohème di Puccini o Susanna nel Le nozze di Figaro, eseguendo entrambe le opere presso l’opera studio ‘Figaro’ di Riga. Ha ottenuto il ruolo di Zelatrice nel Suor Angelica nel Festival Internazionale di opera e teatro musicale di piccole dimensioni ‘Scatola Sonora’, XVIII edizione.

Attiva in Lettonia e in Italia, concerto presso l’Associazione “Amici del loggione del Teatro alla Scala”, ha preso parte in qualità di allieva effettiva alla masterclass presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, ha ottenuto concerti in Francia (Parigi), Polonia e Bielorussia. All’attività operistica affianca quella di musica da camera, in duo col chitarrista Andrea Monarda, suonando in festival come Torino Mozart Festival e Torino Classical Music Festival, spaziando dalla musica rinascimentale a quella contemporanea.

Vincitrice del Diploma di Merito del Ministero della Cultura lettone, come riconoscimento per l’impegno nella diffusione della cultura musicale, ha più volte preso parte a riprese radiofoniche per Latvia 4. È laureata in Giurisprudenza presso l’Università di Riga. Vincitrice del concorso di poesia Simboli sacri in Russia, ha pubblicato nel 2008 la sua seconda raccolta di poesie in russo e inglese dal titolo Sensus. All’attività concertistica affianca quella didattica, insegnando fino al 2010 nei corsi base di canto lirico presso l’Accademia Jāzepa Vītola di Riga.

Sergio Bonetti, flauto
Intraprende lo studio del flauto e a soli dieci anni partecipa a numerosi concorsi nazionali ed internazionali classificandosi sempre ai primi posti (Taranto, Bari, Barletta, Napoli, Stresa etc.). Frequenta il Conservatorio N. Piccinni di Bari sotto la guida del M° F. Girardi, diplomandosi con il massimo dei voti a soli 18 anni. Frequenta master di perfezionamento in Italia e all’estero con docenti di chiara fama quali B. Cavallo, J.C.Gerard (Bruxelles), P. Gallois, M. Marasco, M. Mercelli e nel 2001 conclude brillantemente il ciclo triennale di alto perfezionamento presso l’Accademia Musicale Pescarese sotto la guida del M° A. Amenduni (primo flauto dell’ Orchestra dell’Opera di Roma) eseguendo con l’Orchestra sinfonica di Pescara il concerto in Mi minore di S. Mercadante.
Dal 2001 al 2006 è primo flauto dell’orchestra del Conservatorio di Bari, esibendosi con direttori d’eccezione tra i quali il M° Riccardo Muti. Collabora, in qualità di ottavinista, con l’Orchestra Sinfonica della Capitanata, l’Orchestra sinfonica della Provincia di Bari, l’Eurorchestra da camera di Bari, l’Orchestra del Teatro Petruzzelli, suonando in Italia, Europa, Cina, Giappone ed America latina, anche come solista (A.Vivaldi-concerti op.6, S.Mercadante-concerto mi min., J.S.Bach. suite si min., W.A.Mozart-concerto per flauto ed arpa). Frequenta poi il biennio superiore di flauto presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, laureandosi con 110/110 e lode. Studia poi per alcuni anni con il M° Davide Formisano e con il M° Bruno Cavallo.
Accanto all’attività orchestrale e solistica, a partire dal 2000 suona per molti anni con la pianista e musicologa Annamaria Giannelli, in un sodalizio improntato sulla riscoperta di repertori musicali poco eseguiti. Nel 2010 fonda il SaXtet, sestetto di fiati di Milano, vincitore del premio Ferrero come miglior ensemble di fiati della città. Con l’Orchestra dell’Accademia dell’Annunciata di Abbiategrasso si esibisce come solista, sia in Italia che in Germania (A. Vivaldi concerti per flauto op. 10, J.S.Bach Suite in Si min., W.A. Mozart Concerto per flauto ed arpa). Suona in duo con il chitarrista Andrea Monarda. Ha completato la sua formazione culturale frequentando il liceo classico e la facoltà di Lettere classiche con indirizzo storico archeologico dell’Università statale di Bari. Insegna flauto traverso anche presso l’Accademia Musicale “Marziali” di Seveso.

 

Francesco Mariotti, chitarra
Francesco Mariotti è nato nel 1991. Cominciati gli studi con il M° Vianello e il M° Severi, nel 2011 si diploma in Chitarra con il M° F. Biraghi presso il Conservatorio “Verdi” di Milano con il massimo dei voti. Nel febbraio 2014 consegue il biennio di perfezionamento MAS presso il Conservatorio della Svizzera Italiana a Lugano con il M° L. Micheli e il diploma di Biennio al Conservatorio “Verdi” di Milano con 110 e Lode. Frequenta nel luglio 2013 l’Accademia Musicale Chigiana di Siena con il M° O.Ghiglia e in passato masterclass di M. Lonardi, C. Marchione, M. Mela, M. Dylla.
Si classifica 1° al Concorso Nazionale di Chitarra “Città di Castel dardo” e 1° ex-aequo al Concorso per Giovani Musicisti dell’Associazione “Amici dell’Arte” di Forlì nel 2005; 3° al Concorso Nazionale 
“Ansaldi-Servetti” di Villanova di Mondovì nel 2006; 2° al Concorso Internazionale “L. Zannucoli” di Sogliano (FC) cat. Seniores nel 2010; 2 ° al Concorso strumentale presso il festival di Bellagio e al Concorso chitarristico “Riviera Etrusca” nel 2014.

E’ risultato tra i finalisti del Premio Nazionale delle Arti nel 2013.

Tra le performances pubbliche si segnalano: l’apertura del Concerto di M. Lonardi al Festival “Corde d’autunno”, Milano 2011; l’esibizione con l’InSiena Ensemble al XVIII Convegno di Alessandria 2013; esecuzione del brano premiato al Concorso di composizione “V. Fellegara” nella serata di premiazione presso il teatro “G. Donizetti” di Bergamo; il concerto “Corde lontane” presso la sinagoga di Vercelli, 2014; debutta come solista con l’Orchestra del Conservatorio “G.Verdi” di Milano diretta dal M° A. Monetti in Sala Verdi in occasione della manifestazione “Milano ricorda la Shoah”, 2014. Attualmente è iscritto alla classe di composizione del M° Sonia Bo presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano. 

 

© NoMus 2019