SENTIERI NEL NOVECENTO.

Musiche originali per chitarra e pianoforte del XX secolo 

Martedì 18 giugno 2019 - ore 17:00

Museo del Novecento - Sala Manica Lunga

Piazza Duomo 8, Milano

ingresso libero fino a esaurimento posti

Concerto Sentieri nel Novecento / Musiche originali per chitarra e pianoforte del XX secolo

 

Andrea Ferrario, chitarra

Elena Napoleone, pianoforte 

 

Programma del concerto

 

Franco Margola (Orzinuovi, 30 ottobre 1908 – Nave, 9 marzo 1992)

Fantasia

Dusan Bogdanovic (Belgrado 1955)

Sonate printanière

I. Moderato ritmico

II. Adagio lirico
III. Con umore
IV. Allegro brillante

Ferdinand Rebay (11 giugno 1880 – 6 novembre 1953)

Sonate in C

I. Allegro moderato
II. 5 kleine Variationen über D. alte Volkslied: “Ich hab die Nacht geträumet...”

III. Scherzo - trio (ruhiger Walzer)
IV. Allegro giocoso

Mario Castelnuovo-Tedesco (Firenze, 3 aprile 1895 – Beverly Hills, 16 marzo 1968)

Fantasia op.145

I. Quite and dreamy, più mosso e danzante

II. Vivacissimo

Il programma è incentrato sulla musica da camera per chitarra e pianoforte del Novecento, con particolare attenzione verso quattro compositori che approcciarono in modi completamente differenti le molteplici possibilità di linguaggio nate nel XX secolo. Ad aprire il programma è il compositore Franco Margola, un autore bresciano noto per il suo contributo al repertorio cameristico con chitarra. Dusan Bogdanovic è un chitarrista compositore nato a Belgrado nel 1955 ed in seguito naturalizzato americano che fonde nelle sue composizioni le strutture classiche con influenze provenienti dai generi più diversi (etnico, rock e jazz). Austriaco è invece Ferdinand Rebay, un autore fondamentale nella musica cameristica per chitarra, che scrive con un linguaggio di chiara matrice tardo-romantica nonostante viva gli anni in cui Schönberg, Berg e i compositori della nuova Scuola di Vienna stanno portando fino alle estreme conseguenze la rottura del linguaggio tonale. Il concerto si chiude con Mario Castelnuovo-Tedesco, uno dei più grandi compositori italiani del Novecento, che trae ispirazione dai grandi autori del passato per creare un linguaggio personalissimo e di grandissima ispirazione; la sua fantasia per chitarra e pianoforte (esplicitamente dedicata a Maurice Ravel) è oggi considerata un capolavoro di costruzione, lirismo e ricerca timbrica.

_______________________________________________________________________________________

Andrea Ferrario ed Elena Napoleone

Andrea Ferrario ed Elena Napoleone formano il loro duo nel 2006 nella classe di musica da camera del Conservatorio di Como dove studiano con i maestri Francesco Diodovich e Noemi Gobbi. Dal 2009 approfondiscono il repertorio originale del Novecento per la loro formazione con Lorenzo Micheli presso l’Istituto Pareggiato di Aosta ed i corsi estivi di Ticino Musica. Seguono inoltre le masterclass di Matteo Mela, Roberto Plano, le lezioni di Giampaolo Bandini e Massimo Felici nell’ambito del Master di II livello del Conservatorio di Parma e del Trio di Parma presso i corsi dell’Accademia Santa Cecilia di Portogruaro.

Da allora hanno condiviso numerosi progetti musicali ed hanno tenuto concerti per il Teatro Manzoni di Pistoia, il IX e X Festival Mediterraneo della Chitarra di Cervo, i Jeudi du Conservatoire di Aosta, l’Associazione Petit Société di Como, Il Borgo Musicale di Clivio, il Salotto in Prova di Milano, l’Associazione Franz Liszt, lo spazio musica della Feltrinelli di Torino e la stagione ClassicA Torgnon. Sono stati l’unica formazione da camera con chitarra premiato al concorso di Città di Piove di Sacco nel 2011 e nel 2017 hanno vinto il concorso IMKA di Sarajevo. Nel 2011 hanno tenuto presso il salone del Conservatorio di Aosta la prima esecuzione italiana della Sonate in C di Ferdinand Rebay per chitarra e pianoforte, brano di cui hanno in seguito curato la revisione per la casa editrice canadese Les Productions d’Oz. Nel 2018 è stato pubblicato dall’etichetta discografica Dot Guitar il loro primo album, Ferdinand Rebay - works for guitar and piano.

Andrea Ferrario dopo gli inizi con Alberto Gramolini e gli studi presso il Conservatorio di Como nella classe di Francesco Diodovich, viene ammesso come borsista nella classe di chitarra di Lorenzo Micheli presso l’Istituto Musicale Pareggiato di Aosta. Qui consegue la laurea biennale con massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Nei due anni successivi si perfeziona con lo stesso Micheli seguendo il master Artist Diplom. Nel 2018 ha ottenuto a pieni voti la laurea al Master di II livello presso il Conservatorio di Parma, corso che gli ha permesso di approfondire lo studio dello strumento con alcuni dei più grandi chitarristi della scena internazionale (Massimo Felici, Giampaolo Bandini e Oscar Ghglia per citarne alcuni). Vincitore del primo premio assoluto al Concorso G. Rospigliosi ed all’European Music Competition di Moncalieri, ha ottenuto inoltre importanti riconoscimenti ai concorsi Riviera Etrusca, Piove di Sacco, Città di Lissone, Atella Classica e Luigi Nono. Dal 2006 ha tenuto numerosi concerti tra cui si ricordano quelli per il Teatro Manzoni di Pistoia, la Stagione Corde d’autunno di Milano (YEGS project al Castello Sforzesco), il Festival Internazionale di Menaggio, la Rassegna chitarristica internazionale del Malcantone, il Festival Paganini di Parma ed il Festival Atella Classica di Napoli. Selezionato inoltre per partecipare alle fasi finali del Biasini International Guitar Competition, nel 2016 si è esibito presso il Conservatorio di San Francisco (CA). Nel 2012 e nel 2013 è stato solista ospite dell’Orchestra Sinfonica della Valle d’Aosta con il concerto di H. Villa-Lobos e la Fantasia di M. Arnold. Suona chitarre del liutaio Fabio Schmidt. 

 

Elena Napoleone, dopo gli studi con il M° Anita Porrini, ottiene il Diploma Accademico in pianoforte nel 2008 con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio di Musica ‘G. Verdi’ di Como sotto la guida del M° Noemi Gobbi. Conclude nel 2011 il Biennio di pianoforte con il massimo dei voti nello stesso Istituto con M° Alessandro de Curtis presentando una tesi su Claude Debussy. Da sempre interessata alla musica da camera, suona stabilmente in diverse formazioni. Con la sorella Lisa Napoleone, violoncellista, ha seguito – tra gli altri – il corso di perfezionamento tenuto dal M° Roberto Plano presso l’Accademia pianistica internazionale Lago di Monate (VA), il corso annuale del Trio Riccati presso la Scuola di Musica di Villorba (TV) e la masterclass con Ingrid Fliter e Anton Dressler nell’ambito del Festival di musica sull’acqua di Colico (LC). Insieme a lei e alla violinista Ida Di Vita fonda nel 2014 il Trio Madeleine e frequenta in questa formazione il corso annuale presso l’Accademia di Musica di Pinerolo (TO) negli anni accademici 2014-15 e 2015-16 con il Trio Debussy, oltre alle masterclass con il Trio di Parma (Festival di Portogruaro) e i Maestri Antonio Valentino e Claudio Voghera. Svolge un’intensa attività didattica presso ‘Il Borgo musicale’ di Clivio (VA) e l’Accademia ‘Camille Saint-Saëns’ di Crosio della Valle (VA). Fa parte fin dalla fondazione del Coro da Camera del Conservatorio di Como diretto dal M° Domenico Innominato.

“Interpreti con un grande affiatamento, capaci di curare ogni dettaglio”

Luca Segalla - La Prealpina (2 giugno 2018)

 

“Ferrario and Napoleone were flawless throught the disc,

with beautifully executed musical gestures and abundant technique”

Al Kunze - Soundboard (rivista ufficiale del Guitar Foundation of America, gennaio 2019)

 

© NoMus 2019