OMAGGIO A LUIGI NONO

Martedì 19 giugno 2018 - ore 17:00

Museo del Novecento - Sala Conferenze

ingresso libero fino a esaurimento posti

Conferenza con proiezioni a cura di Roberto Calabretto sul tema: Luigi Nono e il cinema.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una relazione fra Nono e il cinema è possibile, «senza assolutamente voler enfatizzare la semplice particella congiuntiva», come giustamente puntualizzava Messinis, ma piuttosto sondando percorsi meno diretti, forse, ma pur sempre interessanti.
Nono non è stato un compositore cinematografico, nel senso letterale del termine: non è, quindi, un ‘cinematografaro’, come tanti altri musicisti del secondo dopoguerra che al mondo delle immagini in movimentosi sono dedicati come loro vocazione principale.

Non è neppure un musicista che, saltuariamente, ha collaborato con qualche regista per determinati film.

È piuttosto un compositore che ha concesso l’utilizzo della propria musica in determinati documentari;

che ha dimostrato una grande competenza ogni qualvolta si è trovato a dover parlare di cinema; che ha pensato al cinema come possibile momento di ispirazione per la sua stessa musica; e che ha realizzato una traduzione musicale di un film da lui particolarmente amato, Sacrificio di Tarkovskij.

Proprio seguendo questi percorsi cercheremo di tracciare il nostro iter, raccogliendo l’invito che Veniero Rizzardi lanciava in un suo appunto in cui scriveva: «Eppure Nono e il cinema potrebbe essere un capitolo mancato nella sua biografia artistica, costellata, in questo senso, più che altro, da desiderata, ipotesi, tentativi, incertezze, e molti possibili». 

Roberto Calabretto musicologo
Laureatosi con Giovanni Morelli all’Università di Venezia, è professore associato di discipline musicologiche all’Università di Udine. I suoi studi vertono sulla musica del Novecento italiano e affrontano le problematiche inerenti alle funzioni della musica nei linguaggi audiovisivi con una particolare attenzione nei confronti di quella cinematograca. Ha pubblicato monografie su Robert Schumann, Alfredo Casella, Nino Rota, Luigi Nono, sulla musica nella poesia di Andrea Zanzotto e nel cinema di Pier Paolo Pasolini, Michelangelo Antonioni, Andrej Tarkovskij, Luchino Visconti, Alain Resnais e altri registi. Recentemente ha edito il volume Lo schermo sonoro. La musica per film che ha ottenuto lusinghieri consensi dalla critica ed è stato adottato in molti corsi universitari. 

 

© NoMus 2019