AMICI DELLA MUSICA DI UDINE

Martedì 2 ottobre 2018 - ore 17:00

Museo del Novecento

ingresso libero fino a esaurimento posti

Concerto degli Amici della Musica di Udine

che ospita Takashi Shimizu al violino e Bruno Canino al pianoforte

in musiche di Brahms, Szymanowski e Franck.

Programma del concerto

 

Johannes Brahms

Sonata n. 1 in sol maggiore per violino e pianoforte

Karol Szymanowski  

Myths. Three Poems op. 30 (1915) per violino e pianoforte

Cesar Franck  

Sonata in la maggiore (1886) per violino e pianoforte

 

TAKASHI SHIMIZU violino

BRUNO CANINO pianoforte

 

Takashi Shimizu inizia lo studio del violino all'età di 6 anni ed a 9 vince l'All Japan Student Violin Competition, in seguito al quale debutta in televisione con la NHK Symphony Orchestra per il matrimonio del Principe H.I.M. Hitachi. A 17 anni vince una borsa di studio all'University Southern California sotto la guida di Jascha Heifetz, prosegue poi gli studi con Auclair e Neaman. Ha ottenuto vari premi in importanti concorsi come Jacques Thibaud, Carl Flesch, Granada, e il Queen Elisabeth. Si dedica anche alla musica cameristica suonando al fianco di Argerich, Menuhin, Fou Ts’ong, Gitlis, Gililov, Rudin e Maisky. Nella scorsa stagione invernale è stato invitato a suonare con varie orchestre in Giappone, Romania, Ucraina, Corea e Italia. Ha inciso i più grandi capolavori di Brahms, Saint-Saens e Wieniawsky con la London Symphony Orchestra ed inoltre alcune delle Sonate per Violino solo, le Partite di J. S. Bach, i 24 Capricci di Paganini, le Sonate per violino di Prokofief. E' professore alla Tokyo National University.

 

Bruno Canino, riconosciuto come uno dei massimi cameristi e pianisti dei nostri tempi, studia pianoforte con Vincenzo Vitale al conservatorio di Napoli e composizione con Bruno Bettinelli. Distintosi subito nei concorsi internazionali di Bolzano e Darmstadt, inizia una lunga carriera concertistica e in tutto il mondo assieme ad artisti come Cathy Berberian, Severino Gazzelloni, Salvatore Accardo, Viktoria Mullova.  Ha frequentato con particolare assiduità il repertorio moderno e contemporaneo. Tra le sue registrazioni più importanti le Variazioni Goldberg di Bach, l’integrale dell’opera pianistica di Casella e la prima integrale pianistica di Debussy su cd. È stato docente di pianoforte al conservatorio di Milano e alla Hochschule di Berna. Tiene regolarmente corsi di perfezionamento nelle istituzioni musicali in tutto il mondo. Attualmente è docente di musica da camera con pianoforte presso la Scuola di Fiesole e alla Escuela Reina Sofia di Madrid. Ha esercitato inoltre l'attività di direttore artistico e nel 1999-2002 è stato direttore musicale della Biennale di Venezia.

© NoMus 2019