MASSIMO GIUSEPPE BIANCHI

concerto

 

 

​Martedì 29 novembre 2016 - ore 17:30

Museo del Novecento - Sala Arte Povera 

 

Concerto del pianista Massimo Giuseppe Bianchi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

programma:

 

Luciano Berio “Rounds”

 

Goffredo Petrassi (da “Invenzioni”)

n. 1 Presto Volante
n. 2 Moderato
n. 8 Allegretto e grazioso

 

Franz Liszt “Weinen, Klagen, Sorgen, Zagen”

 

Niccolò Castiglioni (da “Come io passo l’estate”)

n. 1 Arrivo a Tires
n. 2 La Fossa del Lupo
n. 4 La Valle del Ciamin

n. 6 La Fontanella di Ganna
n. 7 Ghiaccio sul Rosengarten
n. 8 Antonio Ballista dorme in casa dei Carabinieri

n. 10 Canzone per il mio compleanno

 

Johann Sebastian Bach Capriccio sopra la lontananza del fratello dilettissimo

 

César Franck Preludio, Corale e Fuga

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel concerto di Massimo Giuseppe Bianchi per il Museo del Novecento si confrontano due prospettive diverse e tuttavia convergenti. Da un lato, tre autori italiani del ventesimo secolo, cioè la letteratura musicale che il Museo del ‘900 propone nei propri concerti in un’ambientazione pressoché ideale. Dall’altro Johann Sebastian Bach e due grandi opere, di Liszt e Franck, che a Bach diversamente si riconducono: lavori tra l’altro inclusi nel recente CD Decca “Around Bach” che esplora l’universo bachiano attraverso gli omaggi di vari compositori. Questi accostamenti daranno vita a un reticolo di significati stimolante e per nulla scontato, dove il contrappunto è l’elemento unificatore e il principio compositivo fondamentale.

 

MASSIMO GIUSEPPE BIANCHI

Solista raffinato e dallo spiccato virtuosismo, Massimo Giuseppe Bianchi vanta importanti collaborazioni – a cominciare da Bruno Canino, Antonio Ballista, Aron-Quartett e Orchestra da Camera di Mantova – ed è ben noto anche sulla scena jazz, in particolare per l’intenso sodalizio con Enrico Pieranunzi. Colto e brillante divulgatore di temi di filosofia musicale, ha inoltre curato l’edizione critica di opere di Respighi, Carpi e Castelnuovo-Tedesco. In queste settimane è uscito il suo nuovo cd “Around Bach”: il primo che il pianista firma per l’etichetta Decca. L’album è un omaggio alla bellezza senza tempo e alla potenza ispiratrice della musica di Johann Sebastian Bach: comprende pagine bachiane e musiche che il geniale compositore ha ispirato, in maniera più o meno esplicita, ad autori dell’Otto e Novecento. 

© NoMus 2019