CONCERTO AL MUSEO DEL NOVECENTO

Martedì 31 maggio 2022 - ore 17:00

Museo del Novecento

Posti limitati, prenotazione obbligatoria

Posti disponibili esauriti

Non fare il minimo rumore

Brani degli allievi della Masterclass

di Composizione di Giorgio Colombo Taccani

Non fare il minimo rumore: questo il titolo di una raccolta di poesie di Sylvano Bussotti conservata nel prezioso fondo NoMus a lui dedicato. Questo anche l’elemento unificatore di questo concerto, approdo finale della Masterclass annuale di Composizione tenuta da Giorgio Colombo Taccani presso la Fondazione Piseri di Brugherio con la preziosa collaborazione dell’Ensemble AltreVoci.

Accanto ad una celebre pagina di Bussotti si stringeranno otto lavori nati prendendo suggestioni e spunti da una diversa lirica della raccolta, tributo affettivo corale dei partecipanti nei confronti del Maestro recentemente scomparso.

Saranno eseguiti brani di Sylvano BussottiGaia Aloisi, Mariacostanza D’Agostino, Dario Diolini, Andrea Di Vincenzo, Lorenzo Di Vora, Davide Galli, Daniil Karim Kaddouri, Davide Tramontano, allievi della Masterclass di Composizione di Giorgio Colombo Taccani.

Ensemble AltreVoci

Laura Bersani, flauto

Martina di Falco, clarinetto

Stefano Raccagni, violino

Giorgio Lucchini, violoncello

scarica il programma

Per prenotare inviare una mail a nomus@nomusassociazione.org

specificando nome, cognome, numero di telefono

e inserendo nell’oggetto: “concerto_31 maggio 2022”

Si ricorda che per accedere al museo è consigliato indossare una mascherina FFP2.

 

Ensemble Altre Voci.jpg

Sylvano Bussotti

Rondò di scena, Balletto di un Narciso per virtuoso di quattro flauti

per ottavino, flauto in do, flauto in sol, flauto basso

Davide Tramontano

Sonetto morto

per flauto, clarinetto basso, violoncello

Mariacostanza D'Agostino

Sypario - tempo amato

per flauto, clarinetto, violino e violoncello

Davide Galli

Wunderkammer

(Mathématiques sévères)

per clarinetto basso, violino e violoncello

Danilo Karim Kaddouri

Sette parole

per flauto, clarinetto e violino

Sylvano Bussotti

Solo da La Passion selon Sade 

Per violino solo

Andrea Di Vincenzo

Mentre di voi non rimarrà rumore

per flauto basso, clarinetto basso e violoncello

Dario Silvano Diolini

Schegge matte

per clarinetto e violoncello

Gaia Aloisi

Au zénith de son rire

per flauto, clarinetto basso e violoncello

Lorenzo Di Vora

Come un denso tessuto di armonie

per flauto, clarinetto, violino e violoncello

 

 

AltreVoci Ensemble è un’associazione che si occupa della diffusione della musica, specialmente del repertorio del Novecento e contemporaneo. L’ensemble strumentale ha all’attivo circa 9 anni di attività, concerti e lezioni-concerto svolte in Italia e all’estero: Museo del Novecento di Milano per la Società del Quartetto, Teatro Ariosto di Reggio Emilia, Festival della Filosofia e Teatro San Carlo a Modena, Casa del Jazz a Roma, Spazio Teatro 89 a Milano, Museo della Musica di Bologna, EstOvest Festival, Conservatorio di Castelfranco Veneto, Conservatorio E. Said e Yabous Cultural Centre di Gerusalemme, Mugham Centre di Baku (Azerbaijan), Sala Tonin Harapi a Tirana. L’associazione ha collaborato con importanti figure del panorama musicale internazionale: il direttore Carlo Boccadoro, Fabrizio Meloni (primo clarinetto del Teatro alla Scala), il chitarrista Giulio Tampalini, la cantante Cristina Zavalloni, il fisarmonicista Davide Vendramin e l’attore Marco Baliani. Nel 2018 ha realizzato Still Requies di Mauro Montalbetti, in commemorazione del primo conflitto mondiale: rappresentazioni al Teatro dell’Arte – Triennale di Milano, al Duomo di Pordenone per il XXVII Festival di Musica Sacra e al Teatro Grande di Brescia nella Sala Grande. Del marzo 2019 è un concerto per flauto solista ed ensemble alla sala del Ridotto del Teatro Comunale L. Pavarotti di Modena, con la prima esecuzione assoluta di Ljust di Mauro Montalbetti, dedicato al gruppo con il sostegno del Visby International Center for Composers e The Swedish Arts Grants Commitee.

Attualmente è in preparazione un cd monografico dedicato alla produzione flautistica di Mauro Montalbetti. Il gruppo è risultato vincitore del bando SIAE Classici di Oggi, 2018-19, e nell’Ottobre 2019 suona in prima esecuzione assoluta Clessidra di Giorgio Colombo Taccani. Nello stesso anno, l’Ensemble è stato invitato da Paolo Aralla e Francesco Filidei a partecipare ai Dialoghi sul comporre, presso i Teatri di Reggio Emilia. Nel 2020 il gruppo è in residence presso NoMus per le puntate online con concerto in streaming dal Museo del Novecento. Si è esibito nel giugno 2021 al Ravenna Festival nella prima.

Giorgio Colombo Taccani (1961) ha svolto studi classici, laureandosi in Lettere Moderne all'Università Statale di Milano con una tesi sull'Hyperion di Bruno Maderna alla quale nel 1993 è stato attribuito il "Premio Missiroli" da parte del Comune di Bergamo in occasione di un convegno sul teatro musicale italiano del Dopoguerra. Parallelamente ha svolto studi musicali, diplomandosi in Pianoforte ed in Composizione al Conservatorio "G. Verdi" di Milano con Pippo Molino e Azio Corghi, conseguendo in seguito il Diploma al corso di perfezionamento in Composizione tenuto da Franco Donatoni all'Accademia di Santa Cecilia in Roma dove ha ottenuto una borsa di studio S.I.A.E.. Ha inoltre seguito corsi di perfezionamento con Azio Corghi e György Ligeti ed è stato selezionato per il workshop IRCAM 1995 dedicato all'informatica musicale. Sue composizioni hanno ottenuto riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali, sono regolarmente eseguite in tutto il mondo, trasmesse da emittenti radiofoniche e a partire dal 1989 sono pubblicate dalle Edizioni Suvini Zerboni di Milano. Dal 1991 al 2001 si è occupato di musica elettronica presso lo studio AGON di Milano. Dal 1992 al 1999 ha insegnato Composizione presso la Civica Scuola di Musica di Milano. Dal 2005 al 2017 ha collaborato con il corso di Direzione d'orchestra per il repertorio contemporaneo tenuto dapprima da Giorgio Bernasconi e quindi da Arturo Tamayo presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano. Dal 1999 insegna Composizione presso il Conservatorio "G. Verdi" di Torino.

 

Con il sostegno di

logo quartetto 2022 copia.jpg