NOTTURNI CONTEMPORANEI

Martedì 8 giugno 2021 - ore 17:30

Museo del Novecento - in streaming

Piazza Duomo 8, Milano

Recital pianistico di Ilaria Baldaccini, Notturni contemporanei.

I brani in programma sono un richiamo alla notte, per forma, per allusione, per ispirazione, per stile, per l’intimità della scrittura. La notte si riflette nelle opere di Galante, di Montalbetti (l’opera vuole essere un omaggio a Chopin), di De Rossi Re (il cui brano è una rivisitazione contemporanea del Notturno di Britten del 1963), vive in Venturi, in Deraco (Alea notturna è una improvvisazione su indicazioni di carattere aleatorio) e in Coluccino (una stanza di silenzio, suoni rarefatti, “aloni magici”, come il compositore stesso scrive in partitura). Scritte per Ilaria Baldaccini e a lei dedicate le pagine di Mauro Montalbetti (il brano del compositore è stato commissionato con il contributo di SIAE-Classici di oggi), Fabrizio De Rossi Re, Arduino Gottardo, da lei eseguite in prima assoluta nell’autunno 2020 per il Festival Cluster di Lucca. In prima assoluta, nella stessa occasione, anche il brano di Daniele Venturi, BCH.

 

DSCF2774bc.jpg

Programma del concerto

Girolamo Deraco, Alea notturna (2013)

Daniele Venturi, BCH (2011)

Arduino Gottardo, Nocturne per fauno (2020)

Carlo Galante, 3 Intermezzi alla notte (2002),

La lingua di ferro della mezzanotte batte dodici volte

Recitativo con cielo stellato

Danza dell’inquieto plenilunio

Osvaldo Coluccino, Prima stanza (2004)

Fabrizio De Rossi Re, Nightfall (2019)

Mauro Montalbetti, Deux Nocturnes, au jeu des éphémères

(2019. Opera commissionata con il sostegno di Siae-Classici di Oggi 2018-2019)

Ilaria Baldaccini è una pianista italiana, riconosciuta dalla critica come interprete originale e raffinata.

Da anni impegnata in un’intensa attività concertistica, prevalentemente come solista, si è esibita in alcuni dei centri musicali più importanti di città come Firenze, Roma, Vienna, Belgrado, Sapporo, Tokyo.

Due i cd pubblicati con la Ema Vinci Records nel 2017: un monografico su Erik Satie e un disco dedicato a compositori di area toscana del secondo Novecento, inserito nella collana SIAE-Classici di Oggi (il disco contiene musiche di Carlo Prosperi, Piero Luigi Zangelmi, Gaetano Giani Luporini e Giuseppe Bonamici).

Il 2019 ha visto inoltre l’uscita, ancora per EMA Records, ancora per SIAE-Classici di oggi, di un monografico su Claudio Josè Boncompagni, contenente brani per pianoforte solo e per pianoforte e voce, che la Baldaccini ha eseguito insieme a Monica Benvenuti. Nel 2020 ha interpretato Maghie, per pianoforte solo, scritto per lei e a lei dedicato dal compositore Mario Cesa e inserito dalla Ema in un cd monografico con interpreti quali il pianista Bruno Canino, il flautista Roberto Fabbriciani, il fisarmonicista Francesco Gesualdi, il fagottista Paolo Carlini.

Ha studiato clavicembalo al Conservatorio di Firenze, con Annaberta Conti e pianoforte con Giovanni Carmassi, laureandosi in entrambi gli strumenti con il massimo dei voti e la lode. Si è inoltre perfezionata all’Università della Musica e delle Arti Rappresentative di Vienna nella classe di clavicembalo del M° Gordon Murray e laureata in Lettere presso l’Università degli Studi di Firenze.

Il 2021 vedrà l’uscita del suo nuovo disco Notturni, ancora per pianoforte solo (incisione progetto SIAE-Classici di Oggi, Ema Records) e dell’incisione di Corde e martelletti, opera pianistica per giovani interpreti in tre volumi di Alessandro Solbiati.