Fondo Milano Musica,
in ricordo di Luciana Pestalozza
 
mu.png

Il fondo si compone di due sezioni. La prima comprende i materiali audio-video e cartacei (programmi di sala, VHS, audiocassette, DAT, CD, rassegna stampa, locandine, manifesti, depliants e corrispondenza) utilizzati e prodotti dall’associazione “Milano Musica” dal 1990 al 2019, forniti a NoMus in due fasi (il 19 giugno 2017 e il 10 maggio 2019) per farne copia digitale. È stato predisposto un elenco excel dei materiali

raggruppati per stagione, alcuni dei quali disponibili in copia originale.

La seconda sezione è costituita da 128 VHS e alcuni video cassette beta raccolte dalla fondatrice e anima dell’ente Luciana Pestalozza e donati a NoMus il 9 gennaio 2015; di questi materiali è stato predisposto un elenco excel e se ne è conclusa la digitalizzazione.

www.milanomusica.org

L’associazione Milano Musica, nata per far conoscere il ricchissimo repertorio della musica del Novecento, si costituisce ufficialmente nel 1992, dopo il successo della Settimana “Boulez a Milano”, manifestazione concepita e realizzata nel 1990 da Duilio Courir, Patrice Martinet e Luciana Pestalozza con l’appoggio di Enti pubblici e sostenitori privati. Ne assume la Presidenza Paolo Martelli, a cui succederà tra 1994 e 2003 Riccardo Muti, dal 2008 Ralph Fassey, dal 2012 Federico Spinola e dal 2015 Rosellina Archinto.

Lo scopo primario è quello di creare nella città lombarda un festival di musica contemporanea, la cui prima edizione nel 1992 è dedicata a un “Omaggio a Franco Donatoni”, organizzata in collaborazione con le principali istituzioni musicali e teatrali cittadine (Teatro alla Scala, Conservatorio, Piccolo Teatro, Teatro Lirico, San Simpliciano). 

Da allora l’Associazione, diretta con coraggio e determinazione da Luciana Pestalozza fino al 2012, organizza un festival all’anno, alternando edizioni monografiche a edizioni più "generaliste", dedicate a generazioni diverse, dai maestri del Novecento storico a quelli del secondo dopoguerra, ai più giovani. I festival monografici sono stati dedicati a Edgard Varèse (1994), Luciano Berio (1996), György Kurtág (1998), Luigi Nono (2000), György Ligeti (2003), Iannis Xenakis (2005), John Cage (2007), Toru Takemitsu (2009), Hugues Dufourt (2010), Helmut Lachenmann (2011), Niccolò Castiglioni (2012), Morton Feldman (2013), Fausto Romitelli (2014), Bruno Maderna (2015), Gérard Grisey (2016), Salvatore Sciarrino (2017), Luca Francesconi (2019) e Caminantes (2020) in un contesto di partecipazione pubblica e di considerazione critica sempre crescenti. Parallelamente, Milano Musica, per creare un rapporto sempre più saldo con il pubblico, concepisce un nuovo festival “Percorsi di Musica d’oggi”, con proposte differenziate e destinate a sondare la globalità dei fenomeni musicali e aperte ad autori diversi anche delle generazioni più giovani. Nel 1993, 1995, 1997, 1999, 2002, 2004, 2006 e 2008, si sono così succedute otto edizioni dei "Percorsi di Musica d’Oggi". Dal 2005, con la nomina di Stéphane Lissner a Sovrintendente e Direttore Artistico del Teatro alla Scala, un nuovo rapporto si sviluppa tra il Teatro e Milano Musica, che si rinnova nel 2014 con Alexander Pereira. Dal 2011 Milano Musica è membro del Réseau Varèse, rete europea per la creazione e la diffusione musicali. Dallo stesso anno, l’Associazione si è aperta alla promozione di progetti destinati alla diffusione della musica intesa come strumento di sviluppo e di integrazione sociale, ed è rappresentante di Music Fund in Italia. Il 22 novembre 2013 si è costituita la nuova "Associazione Amici di Milano Musica", con la partecipazione di coloro che condividono quella passione e dedizione per la musica di oggi che hanno guidato la vita di Luciana Pestalozza. Le attività saranno indirizzate in particolare al sostegno dei compositori, con commissioni di nuove opere, attraverso la costituzione di un “Fondo per la nuova musica in memoria di Luciana Pestalozza”.