Benvenuti sul sito di NoMus

NoMus è un centro studi e ricerche sulla musica del ’900 e contemporanea, fondato a Milano il 23 aprile 2013.

CONCERTO AL MUSEO DEL NOVECENTO

Bernecoli-Corazza-Coolidge-Auditorium (1).JPEG

MARTEDI 27 SETTEMBRE 2022 - ore 17:00

Museo del Novecento - Sala Fontana

Piazza Duomo 8, Milano

Posti limitati, prenotazione obbligatoria

COLORE ITALIANO

Concerto in ricordo di Potito Pedarra

 

Musiche per violino e pianoforte

di Ottorino Respighi e manoscritti appartenenti

alla collezione/archivio Potito Pedarra.

 

Introduzione a cura di Elia Andrea Corazza.

 

Emy Bernecoli, violino

Elia Andrea Corazza, pianoforte

clicca qui per maggiori info

Per prenotare inviare una mail a c.inaugurazionim900@comune.milano.it

specificando nome, cognome, numero di telefono

e inserendo nell’oggetto: “concerto_27 settembre 2022”

Si ricorda che per assistere al concerto è consigliato indossare una mascherina FFP2.

Con il sostegno di

logo quartetto 2022 copia.jpg

LIBRI DI NOMUS

mapipiero Bossini Manifesto.jpg

Clicca sulla pagina accanto per leggere la nuova recensione di Oreste Bossini recentemente pubblicata su "il manifesto" e dedicata al libro:

 

RICCARDO MALIPIERO

L'antidogmatico

 

A cura di

Maria Maddalena Novati

Marina Vaccarini

Include CD 

Riccardo Malipiero, La donna è mobile

Editore: NoMus - Die Schachtel

clicca qui per maggiori informazioni sul libro

AIUTACI A REALIZZARE QUESTO NUOVO PROGETTO

Con Angelo Paccagnini L'utopista indipendente, NoMus prosegue nella collana dedicata ai compositori del '900 dedicando a questa figura emblematica del panorama musicale italiano il suo sesto libro. Paccagnini fu compositore, didatta, direttore, clarinettista e interprete sia delle sue musiche che di quelle altrui. Come per gli altri libri che l’hanno preceduto, anche per questo lavoro su Paccagnini abbiamo elaborato un sottotitolo finalizzato a riassumere in un motto la personalità dell’artista. Di sicuro Paccagnini fu un Utopista indipendente in ogni manifestazione del suo poliedrico percorso artistico e professionale. Come compositore perseguì con costanza, a tratti anche con caparbietà e disarmante candore, la via dell’impegno ma, anche negli anni turbolenti della contestazione, mantenne sempre ai margini la denuncia diretta della propria opinione personale per lasciare al pubblico la facoltà di elaborare chiavi di lettura potenzialmente infinite delle sue opere. Ed è proprio in questa ricerca estrema di libertà di pensiero che si manifesta l’utopia di Paccagnini e, al tempo stesso la sua indipendenza; binomio che si ritrova esemplificato anche nell’attività didattica e nel ruolo di direttore dello Studio di Fonologia di Milano della Rai, nel vivo ricordo di alcuni suoi studenti e collaboratori. Per i colleghi e i musicisti suoi contemporanei Paccagnini non fu un personaggio scomodo ma sicuramente strano, se non addirittura estraneo, pur essendo perfettamente integrato nel panorama musicale del tempo: troppo avanti (fu persino un precursore del movimento dell’Early Music in Italia) o troppo indietro rispetto a percorsi già tracciati da altri, comunque un anticonformista.

Il libro sarà pubblicato in lingua italiana e inglese e corredato di un cd contenente le musiche elettroniche di Paccagnini.

MANZONI90

Manzoni90 Flyer def_Pagina_1.jpg

LUNEDI 26 SETTEMBRE 2022

ore 18:30

Cinema Arlecchino-Cineteca Milano

 

Proiezione di:

MANZONI90: i novant'anni di Giacomo Manzoni,

fra i differenti percorsi dei suoi allievi
e il cambio di paradigmi del nuovo millennio.

 

Con la partecipazione di:

Adriano Guarnieri
Mimma Guastoni

Giacomo Manzoni

Maurizio Pollini

Fabio Vacchi

Giovanni Verrando

 

DOCufilm, 2022, 90’ 

Script e regia di Francesco Leprino

Produzione Al Gran Sole

 

Prima della proiezione Hsiaopei Ku (soprano),

Sara Nallbani (flauto), Maria Ciavatta (violino) eseguiranno brani di Giacomo Manzoni.

 

clicca qui per maggiori info

PROGETTI

MADERNA TRA CONTEMPORANEITÀ 

E FORME SPERIMENTALI AUDIOVISIVE

maderna.jpeg

Video in cui Angela Ida De Benedictis e Roberto Calabretto presentano il nuovo gruppo di ricerca della Fondazione Levi dedicato a Bruno Maderna.

 

Partecipano Pierluigi Ledda, Maria Maddalena Novati, Barbara Babic, Diego Cavallotti, Alessandro Cecchi, Maurizio Corbella, Leo Izzo, Vincenzina C. Ottomano, Nicola Scaldaferri, Benedetta Zucconi.

Il progetto ha come partner istituzionali 
Fondazione Ugo e Olga Levi, Fondazione Paul Sacher, Archivio Storico Ricordi e NoMus.

Sabato 11 giugno 2022 | h 11.00-12.00

Venezia, Fondazione Ugo e Olga Levi

PROGETTO MADERNA

Il progetto è stato segnalato anche da gdm giornaledellamusica.it a questo link

GOOGLE ARTS & CULTURE

Music, Makers & Machines

A brief history of electronic music

Schermata 2021-03-18 alle 15.32.45.png

Vi segnaliamo la pagina dedicata

allo Studio di Fonologia di Milano della Rai 

all'interno del progetto di Google Arts & Culture

sulla storia della musica elettronica.

Clicca sulla foto per accedere

Per rimanere sempre aggiornato sull'attività di NoMus iscriviti alla newsletter

Congratulazioni! Ti sei iscritto

Le attività sono realizzate grazie al contributo concesso dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura

DGERIC_logo_esteso_BLU.png

Con il sostegno di

  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • YouTube
ML_FCARIPLO_cmyk__base_100mm.png