top of page
Benvenuti sul sito di NoMus

NoMus è un centro studi e ricerche sulla musica del ’900 e contemporanea, fondato a Milano il 23 aprile 2013.

NoMus è al fianco delle donne afgane per la riconquista del diritto allo studio

CONCERTO AL MUSEO DEL NOVECENTO

4DuoAlternoPerManoConMusicaChiara_RGB568k.jpg

MARTEDI 31 GENNAIO 2023

ore 17:00

Museo del Novecento - Sala Fontana

Posti limitati, prenotazione obbligatoria

Lachrimae

Concerto del Duo Alterno

 

Tiziana Scandaletti (soprano) e

Riccardo Piacentini (pianoforte e foto-suoni),

con la partecipazione di Guido Barbieri come voce recitante.

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFO

Per prenotare inviare una mail a c.inaugurazionim900@comune.milano.it

specificando nome, cognome, numero di telefono

e inserendo nell’oggetto: “concerto_31 gennaio 2023” entro domenica 29 gennaio 2023.

La prenotazione è valida solo presentando la e-mail di conferma.

​Si ricorda che per assistere al concerto è consigliato indossare una mascherina FFP2.

 

Con il sostegno di

logo quartetto 2022 copia.jpg

LIBRI DI NOMUS

ANGELO PACCAGNINI

L'utopista indipendente

 

A cura di

Maria Maddalena Novati

Marina Vaccarini

Include CD 

Angelo Paccagnini, Un uomo da salvare

Editore: NoMus - Die Schachtel

Il percorso musicale di NoMus e Die Schachtel approda con questo sesto libro a una figura discussa e scomoda nel panorama della musica italiana del secondo Novecento: Angelo Paccagnini.

Come per gli altri libri che l’hanno preceduto (Marino Zuccheri and Friends, Alberto Savinio L’uomo isola, Armando Gentilucci L’attimo tra due suoni, Luciano Chailly Oltre il tritematico e Riccardo Malipiero L’antidogmatico) anche per questo lavoro su Paccagnini abbiamo elaborato un sottotitolo finalizzato a riassumere in un motto la personalità dell’artista.

Di sicuro Paccagnini fu un Utopista indipendente in ogni manifestazione del suo poliedrico percorso artistico e professionale. Come compositore perseguì con costanza, a tratti anche con caparbietà e disarmante candore, la via dell’impegno ma, anche negli anni turbolenti della contestazione, mantenne sempre ai margini la denuncia diretta della propria opinione personale per lasciare al pubblico la facoltà di elaborare chiavi di lettura potenzialmente infinite delle sue opere.

Ricco di documenti, di bellissime foto di scena e del cd inedito, il libro contribuisce ad arricchire e integrare la scarsissima letteratura esistente sul compositore castanese, vincitore del prestigioso Prix Italia per la Rai nel 1964 con Il dio di oro, direttore artistico dal 1969 dello Studio di Fonologia musicale di Milano della Rai fondato da Berio e Maderna nel 1955, ideatore della prima cattedra di musica elettronica al Conservatorio di Milano.

La ricerca e lo studio delle fonti hanno portato alla luce documenti di prima mano e opere inedite, come In hoc signo vinces ritrovato nell’Archivio Carmi, che testimonia la collaborazione del musicista con il geniale grafico e pittore Eugenio Carmi, e Un uomo da salvare, lavoro teatrale destinato alla Piccola Scala di Milano e mai rappresentato, i cui nastri audio analogici, conservati nell’Archivio Paccagnini presso il Comune di Castano Primo, costituiscono il prezioso contenuto del cd audio allegato al libro.

Clicca qui per leggere la recensione di Angelo Foletto su "Tutto Milano" del 10 novembre 2022

FONDO RUSSOLO PRATELLA

dialoghi cover_001 copia.jpg

Dialoghi fra l'Io e l'Anima
Gli ultimi pensieri di Luigi Russolo

Con l'edizione critica dell'autografo

di Giuliano Bellorini, Anna GasparottoMaria Luisa Gasparotto

La vita di Russolo si chiude improvvisamente mentre sta lavorando ad una nuova opera, i Dialoghi fra l'Io e l'Anima, fino ad oggi inedita, che rimarrà incompiuta e aperta a molteplici linee di sviluppo, ad uno stadio di provvisorietà e di instabilità testuale tali da rendere complessa e problematica l'interpretazione. In questo magma si ravvisano scorci suggestivi e visionari, tracce di un' evoluzione del pensiero che si sta formando, che se in parte giunge a compimento insieme annuncia nuove prospettive, in un intreccio di linee di sviluppo che partendo dalla condizione dell'uomo soggetto alla passione giunge a comprendere riflessioni sulla società, sull'arte, sulla salute del corpo e dello spirito, ponendo a fondamento la dottrina della filosofia orientale e di derivazione ermetica. Gli autori delineano le prospettive dell'indagine con un corredo di saggi che illustrano le caratteristiche linguistiche e stilistiche di Russolo scrittore, l'avventura che conduce ad un tentativo fallito di pubblicazione di questi scritti promosso dalla moglie Maria Zanovello, le matrici filosofiche, le ricorrenze tematiche, poste in relazione con tutto ciò che Russolo scrisse in precedenza, dall'Arte dei Rumori a Al di là della materia, dal ricco epistolario inedito alle critiche musicali del 1926, dai Diari agli scritti sull'arte. Un itinerario ricco e dinamico, che rivela tratti inediti della personalità dell'Autore che si integrano e completano quelli che emergono dalla sua attività di pittore e di musicista. Con l'edizione critica dell'autografo.

L'autografo fa parte del Fondo Russolo Pratella custodito a NoMus ed è il documento da cui è partito il progetto del testo.

LE MOSTRE DI NOMUS

Schermata 2022-11-20 alle 08.02.42.png

E' stata inaugurata il 19 novembre al Mart di Rovereto

la mostra ERESIA. Arte e vita

(20 novembre 2022 - 19 febbraio 2023)

Anticonformisti, ribelli, dissacranti. Sono i protagonisti di Eresia. Arte e Vita: uomini e donne che hanno perseguito la libertà di pensiero spesso in collisione con il sentire comune. Pier Paolo Pasolini, Alda Merini, Carmelo Bene, Giovanni Testori, Nan Goldin, Mattia Moreni, Orlan sono solo alcuni e alcune degli eretici contemporanei che popolano la nuova grande mostra del Mart. Da un'idea di Vittorio Sgarbi a cura di Denis Isaia.

NoMus è prestatore d'opere per il focus riguardante Sylvano Bussotti.

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFO

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/3

Credits: 

Archivio fotografico Mart, Emanuele Tonoli

PROGETTI

MADERNA TRA CONTEMPORANEITÀ 

E FORME SPERIMENTALI AUDIOVISIVE

maderna.jpeg

Video in cui Angela Ida De Benedictis e Roberto Calabretto presentano il nuovo gruppo di ricerca della Fondazione Levi dedicato a Bruno Maderna.

 

Partecipano Pierluigi Ledda, Maria Maddalena Novati, Barbara Babic, Diego Cavallotti, Alessandro Cecchi, Maurizio Corbella, Leo Izzo, Vincenzina C. Ottomano, Nicola Scaldaferri, Benedetta Zucconi.

Il progetto ha come partner istituzionali 
Fondazione Ugo e Olga Levi, Fondazione Paul Sacher, Archivio Storico Ricordi e NoMus.

Sabato 11 giugno 2022 | h 11.00-12.00

Venezia, Fondazione Ugo e Olga Levi

PROGETTO MADERNA

Il progetto è stato segnalato anche da gdm giornaledellamusica.it a questo link

GOOGLE ARTS & CULTURE

Music, Makers & Machines

A brief history of electronic music

Schermata 2021-03-18 alle 15.32.45.png

Vi segnaliamo la pagina dedicata

allo Studio di Fonologia di Milano della Rai 

all'interno del progetto di Google Arts & Culture

sulla storia della musica elettronica.

Clicca sulla foto per accedere

Per rimanere sempre aggiornato sull'attività di NoMus iscriviti alla newsletter

Congratulazioni! Ti sei iscritto

Le attività sono realizzate grazie al contributo concesso dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura

DGERIC_logo_esteso_BLU.png

Con il sostegno di

  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • YouTube
ML_FCARIPLO_cmyk__base_100mm.png
bottom of page